Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 28 October 2020

Scroll to top

Top

Newsletter N. 15 Del 03/05/2016 Di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Newsletter N. 15 Del 03/05/2016 Di ANAPA Rete ImpresAgenzia
Newsletter ANAPA Rete ImpresAgenzia
n. 15 del 3 maggio 2016
Ai Presidenti dei Gruppi Aziendali

           Agli organi direttivi di ANAPA

           Agli associati di ANAPA

A tutti gli agenti di assicurazione interessati

Oggetto – TACITO RINNOVO: in Europa non è un ostacolo alla concorrenza.

Care Colleghe e Cari colleghi,

ANAPA Rete ImpresAgenzia prosegue le iniziative di confronto sui tavoli istituzionali per affermare la propria posizione contraria all’abolizione del tacito rinnovo, inserita con un emendamento al DDL concorrenza e votato lo scorso 30 marzo in Commissione Industria al Senato.

Oltre agli incontri con i componenti della Commissione al Senato, con Ania e con le altre istituzioni, la nostra Associazione ha richiesto al BIPAR di approfondire la disciplina europea di questo istituto con la finalità di rappresentarne l’importanza fondamentale in tutte le sedi.

Dalle risposte pervenute dai Paesi membri ad un apposito questionario stilato dal Bipar e sulla base di quelle finora pervenute, risulta un quadro di cui vi riassumiamo di seguito, per opportuna conoscenza, i punti salienti:

  1. In Francia esiste una differenza tra le polizze obbligatorie e volontarie. Il mancato tacito rinnovo esiste solo per le polizze obbligatorie RCA (come in Italia) e per quelle relative all’abitazione, che in Francia sono obbligatorie a seguito della norma sul rischio catastrofale. In Germania e in U.K. non esiste invece questa eterogeneità basata sull’obbligatorietà o meno della polizza.
  2. In Germania e in U.K. il tacito rinnovo non solo è previsto, ma addirittura, quando il legislatore inglese si è trovato ad affrontare la questione (tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014), ha deciso di mantenere l’istituto e di non vietarlo nell’interesse del consumatore.Si è ritenuto, infatti, che molti assicurati facciano affidamento su questa clausola in modo da non infrangere la legge a causa di una dimenticanza (per es. guida senza assicurazione), o da non violare i termini del loro contratto di mutuo (nel caso non rinnovino l’assicurazione sul fabbricato).
  3. In Germania il preavviso per linvio della disdetta è di un periodo compreso tra 1 e 3 mesi; in U.K., nei casi in cui il contratto è senza tacito rinnovo, c’è un’espressa menzione che è parte della clausola delc.d. invito al rinnovo. Non vi è invece informazione sul mancato rinnovo in Germania e, nel caso in cui il cliente sia seguito da un intermediario, è compito di quest’ultimo avvisarlo.
  4. In Germania limpatto di unabolizione del tacito rinnovo sarebbe pressoché nullo, poiché nel settore dei rami danni le polizze sono annuali e non si ravvisa mancanza di concorrenza. In U.K., nonostante l’esistenza del tacito rinnovo, il difensore civico riceve puntualmentedenunce dai consumatori che credevano di avere la clausola di tacito rinnovo e viceversa.

In sostanza, tranne che per il caso della Francia, limitato peraltro alle sole polizze obbligatorie, non esiste alcun caso in Europa, né si ritiene, in alcuno Stato membro, che il tacito rinnovo sia un ostacolo alla concorrenza.

Appare invece evidente la funzione della clausola che garantisce la continuità della copertura, nel rispetto del diritto del consumatore di esercitare il diritto di disdetta del contratto.
Questo studio di comparazione europea è stato presentato anche ai parlamentari italiani con i quali siamo in assiduo contatto, proponendo loro una modifica all’emendamento per fare in modo che anche nel nostro paese rimanga il tacito rinnovo a tutela dello stesso consumatore.

Pur ben consapevoli che la situazione è alquanto difficile poiché, la norma è stata voluta e presentata dallo stesso Governo, Vi confermiamo che ANAPA Rete ImpresAgenzia sta facendo di tutto per evitare che venga approvata questa deleteria novella legislativa, poiché quando una battaglia è giusta va sempre combattuta a prescindere dal risultato.

Sarà nostra cura tenervi costantemente aggiornati sull’evoluzione dei fatti.

Con i migliori saluti.

ANAPA – Rete ImpresAgenzia

Allegato:
– Studio di comparazione del Bipar