Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 18 August 2018

Scroll to top

Top

Newsletter n. 10 del 26 aprile 2018 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Newsletter n. 10 del 26 aprile 2018 di ANAPA Rete ImpresAgenzia
Newsletter ANAPA Rete ImpresAgenzia
n. 10 del 26 aprile 2018
Ai Presidenti dei Gruppi Aziendali

Agli organi direttivi di ANAPA

 Agli associati di ANAPA 

 A tutti gli agenti di assicurazione interessati

Oggetto: Video-Audizione del 23 aprile a Montecitorio dalle “Commissioni Speciali”

Care colleghe e Cari colleghi,

lo scorso 23 aprile si è tenuta presso Montecitorio, nella maestosa sala Mappamondo, l’audizione delle varie associazioni e istituzioni del nostro comparto, compreso MISE, IVASS, CONSOB, ANIA, ecc. davanti alle “Commissioni Speciali di Camera e Senato”, riunite in forma congiunta, per discutere lo schema del Governo (AG007) del recepimento della IDD (Insurance Distribution Directive).

ANAPA Rete ImpresAgenzia, accompagnata dalla Dirigente responsabile dell’ufficio relazioni istituzionali di Confcommercio, in rappresentanza degli agenti di assicurazione professionisti per il tramite del presidente Vincenzo Cirasola, è stata ascoltata con attenzione dai numerosi parlamentari presenti e ha saputo esprimere le proprie posizioni e rispondere alle domande con chiarezza, lucidità e determinazione a difesa della categoria tutta, quindi non soltanto dei plurimandatari, ma anche degli agenti in monomandato, che oggi rappresentano il 77% di quelli che operano nel nostro paese con onestà, correttezza e professionalità, anche se rappresentano in esclusiva un’unica compagnia. 

Riteniamo che sia molto forviante e pericolosa la proposta avanzata da “altri” di aggiungere nel decreto legislativo oltre ai suddetti obblighi dell’intermediario di essere “onesto, corretto e professionale”, già previsti nel nuovo quadro legislativo, anche l’obbligo di essere “imparziale”, lasciando sottintendere che solo i plurimandatari potrebbero operare nel mercato italiano con “imparzialità”. È giusto sottolineare che la gran parte delle agenzie monomandatarie sono di piccole e medie dimensioni e come tali vanno salvaguardate. 

Questa unilaterale iniziativa ci fa venire in mente l’assurda situazione creatasi nel 2012 col Decreto 1/2012 (Cresci-Italia di Mario Monti), dove la prima stesura prevedeva l’obbligo per ogni intermediario di presentare 3 preventivi di rispettive 3 compagnie e per il quale siamo dovuti intervenire con determinazione ex post per fare abrogare la stortura, prima della conversione in legge.
Per avere un’idea più chiara del tenore del nostro intervento, frutto delle relazioni istituzionali che ANAPA Rete ImpresAgenzia ha costruito in questi anni, in modo costruttivo, con la strategia del confronto e non dello scontro (a prescindere), vi invitiamo a vedere il video di cui si riporta il link (clicca qui…) di 5 minuti. 
Dedicare pochi minuti alla visione dell’audizione vi permetterà di capire le criticità che abbiamo posto in evidenza, e soprattutto farvi un’idea personale su chi stia difendendo in modo concreto e pragmatico il futuro di TUTTI gli agenti di assicurazione e non solo di una parte.

Il parere legislativo dovrebbe essere espresso verso il 3 di maggio, e noi siamo fiduciosi che il Parlamento recepirà le istanze esposte, soprattutto quella sull’abrogazione della norma che prevede l’obbligo di incassare i premi sul conto delle compagnie, scritta sull’attuale schema del Decreto AG007.

Grazie per il tempo che dedicherai a questo video e del sostegno e diffusione che vorrai darvi per fare capire qual è il tenore della battaglia.

Con i migliori saluti.

ANAPA Rete ImpresAgenzia

Allegato: