Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 20 August 2018

Scroll to top

Top

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 40 del 22/12/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 40 del 22/12/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

ANAPA RETE IMPRESAGENZIA, UN ANNO VISSUTO IN PRIMA LINEA

Cari colleghi,

l’anno che ci lasciamo alle spalle è stato molto sfidante per il nostro mercato e per noi agenti sempre in prima linea. E anche in questo anno non ci siamo sottratti al nostro compito. Come sempre il pragmatismo e la lungimiranza vincono sull’invidia e sulla demagogia. 

I nostri passi, le nostre idee, le nostre proposte sono la testimonianza che siamo e vogliamo essere al fianco della tutela degli agenti. Lo testimoniano le comunicazioni, le newsletter, gli eventi, gli incontri, i meeting ed i chilometri percorsi per far sentire la nostra voce negli Anapa on Tour, un’iniziativa formativa di grande successo che ha visto la partecipazione anche di non aderenti all’associazione, interessati ad approfondire i temi di mercato con gli illustri relatori che hanno presenziato in molti di essi. Questo perché migliorare è l’attività più sensata di cui si possano occupare gli uomini. E’ tempo di tornare a migliorare, ma come si fa? La nostra risposta è semplice: ascoltiamo i migliori. Sì, perché in qualsiasi epoca, anche la più oscura, di migliori ce ne sono sempre. Ascoltiamoli, parliamo con loro, facciamo domande. I migliori ci aiuteranno a cambiare, a riprendere il percorso verso il miglioramento. I valori positivi sono contagiosi quanto quelli negativi.

Anapa Rete ImpresAgenzia non si è tirata indietro, non ha cambiato idea, è andata avanti anche da sola per difendere e tutelare gli interessi degli agenti. 

In tale logica si inseriscono ad esempio la battaglia contro Prima.it che ha portato l’Antitrust a sanzionare la stessa. Oppure la questione relativa all’approvazione dell’emendamento sul tacito rinnovo danni contenuto nel Ddl Concorrenza che ci ha tenuto svegli per molte notti. Fino alla notizia di ieri dell’accoglimento del rinvio al 1° ottobre 2018 dell’applicazione della IDD (Insurance Distribution Directive) per cui ci eravamo rivolti all’ECON e avevamo incontrato anche l’Onorevole Gualtieri coadiuvati da ACB e AIBA e con la collaborazione del BIPAR. 

Infine, lunedì scorso, dopo una lunga e complessa trattativa, la nostra delegazione, coadiuvata da Confcommercio Imprese per l’Italia, ha sottoscritto il rinnovo del CCNL dei dipendenti delle agenzie di assicurazione insieme alle sigle FISAC-CGIL, FIRST-CISL, UILCA-UIL ed FNA. 

L’accordo, della durata innovativa di 4 anni e 6 mesi (con decorrenza dal 1° gennaio 2016 al  30 giugno 2020), introduce la flessibilità dell’orario di lavoro, la possibilità per otto settimane di svolgere la prestazione lavorativa nella giornata di sabato, una diversa modulazione degli scatti di anzianità per i nuovi assunti ed un adeguamento nel criterio di calcolo del lavoro straordinario. Infine prevede un aumento di euro 35,00 lorde mensili complessive, che andranno a regime al termine dei 4 anni e mezzo di durata. 

Cari amici questi sono solo alcuni degli esempi su come dovrebbe essere svolta l’attività di rappresentanza. Non pensiate però che tale compito sia semplice. Tanti sono gli attacchi e dicerie, spesso anche individuali, che riceviamo semplicemente perché diciamo ciò che pensiamo o perché abbiamo delle reazioni tempestive. Nella società dell’audience, le dicerie si sono conquistate un loro pubblico, molto corteggiato e alimentato. In quest’atmosfera di bulimia della novità, diventa più difficile distinguere con chiarezza la chiacchiera ed il gossip dalla calunnia; e su questa oggettiva difficoltà “qualcuno”, riempie le prime pagine degli house organ, inquinando i social di fake news. 

Ma non possiamo fermarci cari amici. Ricordiamoci sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

Ancora lunga è la strada e spesso in salita, e richiede tutto il vostro sostegno ed appoggio. Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità. 

Nel rivolgervi i migliori auguri di buone feste per voi e le vostre famiglie, vi invito cari colleghi, a guardare avanti fiduciosi e a non avere timori dei cambiamenti che ci saranno. Per migliorare bisogna cambiare: uno dei più grandi statisti del secolo scorso, Winston Churchill, era solito dire che “non sempre cambiare equivale a migliorare, ma certo per migliorare bisogna cambiare”.

Ecco sappiate che nel cambiamento noi ci saremo, al vostro fianco per dominarlo e viverlo assieme a Voi. 

Buon Natale e buona lettura!

Vincenzo Cirasola
presidente nazionale