Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 24 September 2018

Scroll to top

Top

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 30 del 6/10/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 30 del 6/10/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

GENTLEMEN’S AGREEMENT

Cari colleghi,

sono reduce dallo stimolante ed interessante convegno di Insurance Connect dal titolo “Intermediari e compagnie, insieme nel reciproco interesse”, nel quale sono stati affrontati temi assai noti quali: redditività e digital, obiettivi delle rappresentanze degli agenti, la tutela del consumatore, l’IDD. Insomma il menù è arcinoto, credo che i problemi che attanagliano da anni la categoria, siano essi endemici o d’importazione, dal basso o calati dall’alto, sono chiari ed ormai evidenti.

Ciò che manca, sono le soluzioni, chiare e rapide, possibili, praticabili e soprattutto condivise, ed anche durante questo interessante meeting non ritengo siano state individuate, anche perché ormai sembrano obiettivi così remoti e difficili da raggiungere, su tutti l’unità della rappresentanze di categoria, da evocare imprese epiche e mitologiche quali la ricerca del Sacro Graal.

Oggi però è avvenuto qualcosa di diverso, anche attraverso l’intervento del nostro past president Massimo Congiu, ho percepito un cambiamento nel clima e nei modi di esporre le proprie ragioni per trovare una sintesi positiva, poiché, per affermare le proprie idee con forza ed ottenere risultati concreti e duraturi per tutti (come ad esempio la mancata abolizione del tacito rinnovo, tanto per citarne uno) anche per i colleghi che non si conoscono o per quelli che verranno, ritengo non sia necessario gridare, ma mettere a fattor comune serenamente le proprie competenze che derivano da percorsi professionali, e soprattutto personali, differenti.

Ecco, condividere è stato un termine particolarmente utilizzato, soprattutto dai rappresenti delle imprese: condividere dati, condividere strategie, condividere processi, ecc

Riprendendo gli interventi di replica di entrambe le associazioni di categoria degli agenti, concordo sul fatto che per condividere veramente temi che attengono alla sfera professionale delle persone, prima bisogna condividere percorsi personali, dimostrando sincero interesse e considerazione delle esigenze dell’altro, e capire quali siano i reali problemi che tolgono serenità e le leve che muovono gli individui.

Gli anglosassoni sintetizzano questa condizione con il termine di “Gentlemen’s Agreement”, ovvero un accordo che nasce su basi di lealtà reciproca fra gli interlocutori, con obblighi di natura morale, prima che giuridici e che si basano sull’interesse di ambo le parti. 

Ciò detto, avendo udito per l’ennesima volta che il ruolo degli agenti è fondamentale e centrale nel sistema, ma che gli stessi da anni vivono una condizione di difficoltà economica, sarebbe interessante ricominciare a sedersi intorno ad un tavolo per iniziare a riscrivere insieme, con un approccio ed un clima quale quello sopra descritto, le regole che determineranno il futuro del sistema assicurativo italiano nel suo complesso con particolare attenzione alle istanze dei nostri amati clienti.

Un caro saluto e buon lavoro a tutti

Erik Somaschini
Componente di Giunta