Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 27 September 2020

Scroll to top

Top

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 13 del 28 aprile 2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 13 del 28 aprile 2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

STOCK OPTION A TUTTI …. E AGLI AGENTI E ALLE LORO IMPRESE –  AGENZIE?

Cari colleghi,

in questo periodo di approvazione di bilancio che vede coinvolte tutte le compagnie assicurative del mercato, notiamo ancora una volta come, di fronte a bilanci positivi, vengano costantemente erogati agli amministratori importanti premi sotto forma di stock option per i risultati raggiunti.

Molte società prevedono politiche specifiche in merito alla remunerazione dei manager e piani di incentivi long term, alcuni manager ricevono anche lauti benefit, ma sembrano non accontentarsi e si impegnano in spese folli che poi vengono indagate dalle procure.  

Ma i sempre più floridi bilanci delle compagnie sono ottenuti anche grazie ai tagli di redditività imposti alle Agenzie?

Viene continuamente dichiarato pubblicamente che le agenzie ed i propri agenti rimangono al centro del core business delle mandanti, ma si continua a perdere attenzione al conto economico e alla redditività delle stesse che si trovano a competere in un mercato  “aggressivo” ed “al ribasso” e sono sempre più  impegnate in attività burocratiche e gestionali  per conto delle mandanti, non sempre giustamente riconosciute e quantificate economicamente nei vari accordi integrativi, svolte spesso a discapito delle attività commerciali e di relazione con la clientela, che dovrebbero essere invece il vero core business delle agenzie.

La recente indagine CeTIF, svolta da ANAPA Rete ImpresAgenzia in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha confermato che le reti agenziali rappresentano ancora oggi in Italia il principale canale attraverso il quale le compagnie tradizionali collocano prodotti e servizi assicurativi e presidiano la relazione con il cliente. Le provvigioni attive concorrono alla realizzazione di circa l’87% dei ricavi dell’agenzia mentre il totale dei rappel/incentivi della compagnia incide per circa il 6%.

Questa situazione necessita di un’attenta riflessione sull’importanza di “riaprire un corretto confronto e dialogo” con ANIA, sul rinnovo di un accordo ANA all’interno del quale si riconosca il ruolo attuale delle Imprese Agenzie, anche alla luce delle nuove disposizioni che entreranno in vigore il prossimo febbraio con la direttiva europea, la quale imporrà maggior attenzione e professionalità ai veri attori del mercato assicurativo.

Nel contempo siamo certi che i Gruppi Agenti sono e saranno sempre più importanti per cercare di realizzare con coerenza accordi di II livello, che affrontino il tema della remunerazione e della attività gestionale/organizzativa di agenzia, in equilibrio con l’attuale situazione vissuta delle agenzie piccole, medie e grandi.

Solo così potremo garantire ed affermare la crescita delle Imprese Agenzie in un mercato assicurativo che deve affrontare un radicale cambiamento e noi, agenti imprenditori, possiamo dichiarare di essere pronti e preparati verso un futuro da veri protagonisti.

Buona lettura!

Angelo Migliorini
Presidente regione FVG