Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 17 July 2018

Scroll to top

Top

È nata ANAPA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE AGENTI PROFESSIONISTI DI ASSICURAZIONE)

Vincenzo Cirasola eletto Presidente Nazionale.

Bologna, 30 novembre 2012 – Una sala gremita, una folla desiderosa di tornare a ricoprire un ruolo di primo piano e pronta ad accogliere con entusiasmo, determinazione e capacità le sfide che man mano si presenteranno. E’ questa la fotografia che ha testimoniato la nascita della nuova associazione di categoria per agenti di assicurazione: ANAPA (Associazione Nazionale Agenti Professionisti di Assicurazione).

Circa 250 persone, tra cui alcuni nomi di spicco della rappresentanza di categoria, fuoriusciti recentemente dal sindacato Sna o che hanno già dichiarato di non rinnovare l’iscrizione allo Sna e all’Unapass, si sono riuniti oggi 30 novembre a Bologna, presso il Royal Hotel Carlton, ed hanno presentato la nuova organizzazione generalista, illustrando lo statuto, il manifesto programmatico ed il codice etico della nuova associazione.

Uno statuto che il comitato costituente di ANAPA ha voluto fosse fortemente innovativo, se raffrontato con quelli attualmente in essere presso le altre associazioni di categoria. Una formulazione semplice, snella, chiara e  comprensibile a tutti, il cui fulcro è rappresentato dal nuovo concetto di rappresentanza. Saranno, difatti, gli agenti professionisti i veri protagonisti dell’associazione, nel pieno rispetto della mission dichiarata da ANAPA.

Al leit-motiv “sappiamo cosa vuole lagente” la platea ha assistito alla presentazione degli obiettivi di ANAPA. Obiettivi non statici, ma che una volta realizzati, si trasformeranno in nuove sfide, per raggiungere nuovi orizzonti di crescita umana, professionale e relazionale. Questo perché l’associazione si è data una priorità: dare voce agli agenti e costruire tutt’insieme, passo dopo passo, il futuro del mercato dell’intermediazione assicurativa.

Il Comitato Costituente ha nominato all’unanimità il Presidente Nazionale, nella persona di Vincenzo Cirasola, che a sua volta ha indicato gli otto componenti della Giunta Esecutiva Nazionale designando quali suoi Vice, Alessandro Lazzaro ed Enrico Ulivieri. Il Presidente e la sua giunta sono stati confermati per acclamazione dall’assemblea costituente.

Ascoltare, metabolizzare cosa vogliono gli agenti, è la nostra missione, il faro che ci indicherà la rotta da seguire” dichiara Vincenzo Cirasola, neoeletto Presidente Nazionale della neonata associazione.Vogliamo accorciare le distanze che separano il mondo degli agenti da chi attualmente li rappresenta, abolendo inutili personalismi e dando spazio a chi si muove per linteresse della collettività. Vogliamo riservare una particolare attenzione a tutti quei colleghi che hanno deciso di non aderire a nessun sindacato e che non hanno nessuna tutela, probabilmente convinti di considerare sufficiente quella garantita dai propri Gruppi Agenti. Condurremo delle battaglie anche per il loro futuro. Non intendiamo dividere ideologicamente la categoria in buoni e cattivi, in angeli e demoni, in pluri e mono mandatari. Le contrapposizioni ideologiche a tutti i livelli si sono estinte con il secolo scorso. ANAPA si pone lobiettivo di dar voce e di rappresentare gli interessi di tutti gli agenti di assicurazione italiani, assicurando loro unefficace tutela sindacale, individuando nuovi modelli di business al passo con i tempi e con le nuove dinamiche di mercato ma, allo stesso tempo, rispettando anche il modello agenziale che ciascuno nella propria libertà dimpresa intenda perseguire. Non condurremo battaglie né di retroguardia, né oltranziste. La mission di ANAPA èquella di tutelare, di promuovere ed accrescere il business agenziale assicurativo e lo faremo operando con le migliori energie e menti illuminate, con le competenze consolidate in anni di esperienza e con i più sofisticati mezzi attualmente disponibili.

E le sfide non si lasciano attendere: art. 34 DL n.1/2012 (convertito in legge 24 marzo 2012) sull’obbligo dei tre preventivi nella rcauto; DL n.179/2012 che favorisce il canale bancario e quello di Poste Italiane contro gli agenti di assicurazione con un forte pericolo di disintermediazione; la direttiva IMD2; gli oneri burocratici e le incombenze amministrative, e tanti altri aspetti ancora sui quali si è intervenuti in modo approssimativo e inadeguato.

Crediamo che sia indispensabile rimettere al centro del dibattito poche, ma fondamentali questioni, ritenendo che sia necessaria l’immediata ripresa di un forte e costruttivo dialogo istituzionale, nel rispetto degli interessi reciproci e in una logica di sistema. Ci adopereremo per un rinnovato e costruttivo dialogo tra agenti e compagnie, tra agenti e istituzioni (IVASS, ANIA, Governo, Parlamento, ecc.), tra agenti e società (consumatori, istituzioni locali, mondo della cultura, ecc.), tra agenti e l’Europa” conclude Cirasola.