Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 21 September 2019

Scroll to top

Top

CETIF CERTIFICA LA QUALITA’ DEI SERVIZI OFFERTI DALLE AGENZIE ANAPA

CETIF CERTIFICA LA QUALITA’ DEI SERVIZI OFFERTI DALLE AGENZIE ANAPA

31 Maggio 2019

Nasce un progetto di collaborazione denominato “Il mio amico agente”, di durata triennale, aperto agli agenti dell’associazione di categoria agenziale.
 

Certificare la qualità dei servizi offerti dalle agenzie di assicurazione. L’iniziativa è di Anapa Rete ImpresAgenzia e del Cetif, il Centro di ricerca in tecnologie, innovazione e servizi finanziari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che hanno lanciato un progetto di durata triennale, con l’obiettivo di raccogliere gli elementi necessari a fornire una certificazione (per gli agenti iscritti ad Anapa che decideranno di aderire all’iniziativa) che attesti la qualità del servizio che le loro agenzie forniscono alla clientela.

Agli agenti che aderiranno all’iniziativa verrà inviato un questionario da compilare: le risposte saranno elaborate con un tool di analisi e andranno a confluire in uno scoring valutativo. A chi avrà raggiunto i parametri di eccellenza (verranno valutate le performance e le competenze dell’agenzia) sarà riconosciuta la certificazione di Anapa e Cetif.

Per chi non riuscirà a conseguire la certificazione il primo anno è prevista la possibilità di rimediare, aumentando le proprie qualità: a queste verranno infatti offerte indicazioni riservate dal Cetif per intervenire sulle aree che necessitano di un miglioramento e per poter, di conseguenza, conseguire la certificazione l’anno successivo.

Il costo di adesione per le singole agenzie iscritte ad Anapa è di 100 euro; le pre-adesioni dovranno pervenire entro il prossimo 10 giugno all’indirizzo di posta elettronica segreteria@anapaweb.it. La consegna delle certificazioni si terrà nei locali dell’Università Cattolica a Milano nel prossimo mese di novembre con un evento organizzato da Anapa. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi qui l’articolo…