Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 13 December 2018

Scroll to top

Top

Newsletter n. 6 del 22 febbraio 2018 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Newsletter n. 6 del 22 febbraio 2018 di ANAPA Rete ImpresAgenzia
Newsletter ANAPA Rete ImpresAgenzia
n. 6 del 22 febbraio 2018
Ai Presidenti dei Gruppi Aziendali

Agli organi direttivi di ANAPA
 
Agli associati di ANAPA  
A tutti gli agenti di assicurazione interessati

 

Oggetto – recepimento della IDD: relazione e non agitazione – uno stile diverso di fare sindacato

Care colleghe e cari colleghi,

con riferimento alla presentazione, da parte del Governo, del Decreto Legislativo di recepimento della nuova Direttiva UE sull’intermediazione assicurativa, la posizione di ANAPA Rete ImpresAgenzia è molto chiara.
Noi riteniamo che i risultati si possano ottenere seguendo lo stile che ci ha sempre contraddistinto ossia il pragmatismo, la razionalità e utilizzando il metodo delle relazioni con le istituzioni. Non certo con iniziative dal sentore populista e demagogico, adottate peraltro sotto elezioni, con il rischio di essere strumentalizzate.

Per questo motivo lo scorso 8 febbraio abbiamo presentato un documento articolato al Ministero per lo Sviluppo Economico, nel quale abbiamo riportato oltre alle nostre osservazioni e preoccupazioni, anche le richieste di modifica (compresa quella sul pagamento dei premi direttamente sui conti delle Imprese) in maniera seria, puntuale e determinata, chiedendo un confronto in merito.

Questo documento (clicca qui per leggere…) che Noi pubblichiamo solo oggi, è stato condiviso da tutte le altre organizzazioni di intermediari, con l’accordo tra le parti di non divulgarlo e di perseguire un approccio più diplomatico che mediatico.

ANAPA è abituata ad operare nell’interesse supremo della categoria e non con fini di propaganda, e non può quindi condividere i proclami di agitazione e disobbedienza civile, indetti in modo unilaterale senza un preventivo coordinamento tra gli attori, al fine di agire in modo compatto per contestare l’introduzione dell’obbligo di versare i premi direttamente alle Compagnie.

Inoltre dal punto di vista sostanziale i problemi del recepimento della IDD, come evidenziato nel documento al MISE, non sono riferibili solo all’art.117 del Codice delle Assicurazioni, con la facoltà per le Compagnie di incassare direttamente i premi. Altri aspetti nascondono insidie maggiori rispetto a questo che a una lettura negativa potrebbe rivelarsi controproducente e affrancherebbe la vecchia diceria che ci vede difendere chissà quali interessi legati all’incasso diretto in agenzia.

L’ introduzione di questa norma, già nella bozza di recepimento peraltro, è rinviata di un anno rispetto all’impianto nel suo complesso ed è piuttosto confusa. Per questo siamo fiduciosi che riusciremo a farla modificare e far ripristinare il conto separato anche per noi agenti, prima che il Decreto Legislativo venga definitivamente approvato in Parlamento. Questo grazie alle relazioni e non alle “agitazioni e disobbedienza civile”.

Quando, lo scorso dicembre, unitamente ad ACB, AIBA e BIPAR e alcuni presidenti dei GAA, siamo stati ricevuti presso la Sede di Roma del Parlamento Europeo dall’On. Roberto Gualtieri, presidente dell’ECON, abbiamo evidenziato la necessità di rimandare il recepimento della IDD, siamo stati ascoltati, forse anche perché non abbiamo urlato ed eravamo uniti e con un unico obiettivo che poi abbiamo ottenuto, ossia il rinvio dei termini al 1 luglio 2018, anziché al 23 c.m.

Per questo ANAPA continuerà la sua battaglia nei tavoli istituzionali e con attività di lobbying che ci ha portato a raggiungere i risultati ottenuti, condividendola con coloro che in maniera costruttiva e rispettosa delle necessità di tutti, in particolare degli agenti professionisti, aspirino ad avere un futuro sostenibile.

Considerata l’importanza dell’argomento invitiamo i presidenti dei Gruppi Agenti a divulgare questa newsletter con l’allegata lettera al MISE ai propri associati.

Con i migliori saluti.
ANAPA Rete ImpresAgenzie

Allegato: