Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 29 November 2021

Scroll to top

Top

LA TAPPA MILANESE DI “ANAPA ON TOUR”: IDD E FONDO PENSIONE AGENTI SCALDANO LA PLATEA

LA TAPPA MILANESE DI “ANAPA ON TOUR”: IDD E FONDO PENSIONE AGENTI SCALDANO LA PLATEA
I due temi sono stati al centro dell’attenzione della giornata di formazione e informazione organizzata dall’associazione di categoria oggi nella città meneghina. Ecco come è andata. 

Anapa on Tour - 9 marzo 2017 Milano 1

Due temi su tutti: la nuova Idd (Insurance distribution directive) e il Fondo pensione agenti. L’Anapa on tour oggi ha fatto tappa a Milano (Hotel Michelangelo) chiamando a raccolta diversi presidenti e rappresentanti di gruppi aziendali agenti (12 le rappresentanze presenti), broker, associazioni libere e consulenti specializzati nel settore assicurativo. L’incontro era aperto anche ai non iscritti ad Anapa e a chi aderisce al Sindacato nazionale agenti (a proposito di Sna, c’erano anche l’ex presidente nazionale Giovanni Metti e la “pasionaria” Carla Barin). Ecco un breve e sintetico resoconto dell’evento. (Nelle foto, due momenti dei lavori di oggi) 

Una giornata di informazione e formazione che si è aperta stamattina con una riunione plenaria (ovviamente a porte chiuse) della giunta esecutiva nazionale e del consiglio direttivo di Anapa Rete ImpresAgenzia. Poi, a partire dalle ore 11,30 via al quinto Forum dei Gruppi aziendali agenti e spazio alla prima tematica. E che tematica: la Idd, la nuova direttiva europea in materia di distribuzione assicurativa che secondo molti rivoluzionerà il mondo della distribuzione e quindi anche dell’intermediazione.

L’introduzione è stata affidata a Enzo Sivori coordinatore Anapa dei gruppi agenti: poche parole (è scappato via a Bologna per una riunione importante fra i gruppi agenti UnipolSai e la compagnia) per sottolineare gli impatti, critici, ma anche positivi per l’intermediario, della nuova direttiva e lanciare una sorta di “armistizio” allo scopo di fare fronte comune con il Sindacato nazionale agenti. Le associazioni di categoria degli agenti e dei broker, infatti, sono impegnate in una corsa contro il tempo con Ivass che ha deciso di anticipare i tempi rispetto a quanto sta succedendo in altri Stati europei (la direttiva deve essere recepita entro il 23 febbraio 2018). Una decisione, quella dell’istituto di vigilanza, che non è piaciuta al mondo degli intermediari, secondo cui stabilire adesso dei parametri quando ancora molti aspetti appaiono poco chiari è a dir poco prematuro.

Dopo il (breve) intervento di Sivori è stata la volta di Massimo Congiu, past president di Anapa che ha spulciato per bene l’attuale testo, tradotto in italiano, della direttiva. Una disamina che ha fatto emergere tanti punti interrogativi che, a quanto pare, nemmeno i tecnici attualmente sono riusciti a decifrare. Segno che il percorso per il recepimento appare lungo e assai tortuoso. Sull’argomento hanno detto la loro anche Letterio Munafò, presidente del Gruppo agenti assicurativi Amissima e vice coordinatore Anapa dei gruppi agenti e Roberto Briccarello, ex presidente del Gruppo agenti Reale Mutua e componente del coordinamento dei gruppi aziendali di Anapa.

Anapa on Tour - 9 marzo 2017 Milano 2All’evento hanno partecipato anche i broker e in particolare Acb (Aiba era assente perché proprio oggi era in programma una riunione della giunta nazionale): per questa associazione di categoria ha preso la parola il presidente Luigi Viganotti. Anche lui ha rimarcato le insidie che presenta la direttiva. La stessa cosa ha fatto Filippo Gariglio, ex presidente di Uea (Unione europea assicuratori) e attuale componente del consiglio direttivo. È stata data la possibilità ai partecipanti in sala di intervenire e di poter esprimere la propria opinione: opportunità che è stata colta da Carlo Colombo (Uea), Erik Somaschini (Unione agenti Axa) e Olivia Bernardini (in rappresentanza del Gruppo agenti di assicurazione Toro). Tutti e tre hanno evidenziato i rischi e qualcuno ha anche suggerito quali potrebbero essere le strade da seguire per non soccombere e continuare a stare sul mercato con professionalità.

Dopo la pausa pranzo si è aperta la seconda parte della giornata, con la presentazione del libro di Vincenzo Cirasola, presidente di Anapa e del Gruppo agenti Generali Italia, dal titolo Io, agente di assicurazione.

Successivamente, Marco Garanzini, presidente regionale Lombardia di Anapa Rete ImpresAgenzia, ha dato la parola a Claudio Cacciamani, ordinario di economia degli intermediari finanziari presso l’Università degli Studi di Parma, che ha affrontato un tema scottante, quello del Fondo pensione agenti, indicando, fra l’altro, le possibili misure da adottare per salvaguardarlo. Erik Somaschini, membro della giunta esecutiva nazionale di Anapa Rete ImpresAgenzia ha introdotto l’attività di ricerca Cetif/Anapa, dando l’imbeccata a Chiara Frigerio, segretario del Cetif, Centro Studi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, la quale ha presentato una accurata ricerca dal titolo Agent Channel 2016, modelli operativi e redditività agenziale. Dopo aver toccato nuovamente la tematica dell’Idd (Congiu), il presidente Cirasola ha chiuso i lavori soddisfatto della partecipazione della sala e dei contenuti dibattuti. Lo stesso Cirasola ha dato appuntamento al prossimo Anapa on tour, che si terrà il 6 aprile a Trieste.

Tuttointermediari.it pubblicherà nei prossimi giorni articoli relativi agli interventi più salienti della giornata.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA