Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 27 September 2020

Scroll to top

Top

Editoriale e Rassegna stampa settimanale n. 5 del 19-02-2016.

Editoriale e Rassegna stampa settimanale n. 5 del 19-02-2016.

ANAPA IN EUROPA: AGEA E BIPAR

Cari colleghi,

Anapa muove i suoi primi passi in Europa: partecipa alla costituzione e firma la Carta sulla Digitalizzazione insieme alle organizzazioni di rappresentanza degli Agenti delle più importanti nazioni d’ Europa in ambito Bipar ed incontra la Presidenza della fédération nationale des syndicats d’agents généraux d’assurance, Agéa, a Parigi. Le due notizie riportano due avvenimenti molto importanti e più che caratterizzare la settimana, segnano l’inizio di un percorso politico preciso che guarda con attenzione e interesse a ciò che accade nel mondo dell’intermediazione e di cui si discute in Europa.

Il documento stilato dal Bipar, la Charter on Digitalisation, è il primo documento che prende posizione sul tema della digitalizzazione e sulle conseguenze della sua adozione nella distribuzione assicurativa.

Vi si asserisce l’importanza e la centralità dell’agente nel contesto di cambiamento del mondo assicurativo e richiama il valore aggiunto costituito dalla relazione personale dell’agente con il cliente che, grazie a questa prossimità, vede già realizzata una prima forma di tutela.
Si sottolinea, poi, come questa stessa prossimità costituisca al contempo un valore aggiunto anche per le imprese mandanti che si avvalgono dell’intermediario per istituire procedure di sottoscrizione, modificare garanzie e condizioni di polizza e, più in generale, gestire la relazione con il cliente.

Cinque i principi individuati nella Carta: 1) Creare le condizioni per individuare un nuovo modello distributivo che ottimizzi le opportunità della digitalizzazione, come ad esempio la riduzione della burocrazia; 2) Favorire attraverso la digitalizzazione, una necessaria mutazione nei rapporti sociali verso una nuova forma di relazione personale con i clienti; 3) Rispettare le specificità degli agenti nelle diverse regioni d’Europa e la loro libertà di organizzarsi; 4) Ribadire che l’agenzia è lo snodo centrale dei rapporti con i clienti e tra i clienti e le compagnie e deve rimanere indipendente nella sua organizzazione; 5) Considerare che la digitalizzazione non deve produrre una perdita di reddito per le agenzie, ma i benefici delle riduzioni di costi devono rendere possibile l’ ottimizzazione delle procedure amministrative per permettere al modello agenzia di diventare più competitivo.

L’incontro con la fédération nationale des syndicats d’agents généraux d’assurance, firmataria anch’essa dello stesso documento, è invece la notizia dell’ultima ora. Il gemellaggio della Federazione francese che raggruppa tutti i Gruppi Agenti (In Francia si chiamano syndacats) con Anapa Rete ImpresAgenzia è la migliore opportunità possibile per la nostra Associazione, di crescere grazie all’ esperienza d’oltralpe e costituire un modello associativo che sia adatto ai tempi e rispetti le diversità per farne, finalmente, elemento di ricchezza attraverso la sintesi.

Buona lettura!

Paolo Iurasek,
vice presidente nazionale