Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 21 April 2021

Scroll to top

Top

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 34 del 18/11/2016

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 34 del 18/11/2016
“PRIMA” VITTORIA DI ANAPA CONTRO “PRIMA.IT”.

Cari colleghi,

sono lieto di annunciarvi, anche se suppongo che lo abbiate già saputo, che l’Antitrust, a seguito della nostra tempestiva segnalazione, ha deciso di aprire un’istruttoria nei confronti di Prima Assicurazioni S.p.A. per pratiche commerciali scorrette.

Come ricorderete siamo stati tra i primi, e forse gli unici, ad oggi, a segnalare e a protestare contro le offensive, lesive e denigratorie affermazioni contenute nella pubblicità di siffatta azienda, che accusava senza mezzi termini l’agente di assicurazione di rappresentare un inutile costo, se non di essere la causa esclusiva dell’onerosità delle assicurazioni “tradizionali”, a tutto vantaggio di quelle on line. Peccato però che i suddetti signori si siano fatti cattiva pubblicità da loro stessi.

Difatti, da quanto ci risulta, Prima. it, essendo iscritto alla sezione A del RUI, opera come agente con due mandati, uno riconducibile alla NOBIS, compagnia italiana nata nel 2008 che opera e cresce in Italia attraverso una rete di intermediari professionisti, agenti tradizionali e broker, e l’altro riconducibile alla GREAT LAKES, la quale opera in Italia, in esclusiva unicamente con l’agente Prima. it.

Ma come mai le due compagnie permettono al proprio agente di parlare male degli agenti, facendo così del male non solo alla categoria, ma anche al proprio business? Ma a che livello di masochismo siamo arrivati?

Se fossi io il direttore generale della NOBIS avrei immediatamente revocato il mandato a quell’agente che denigra un asset importante della mia compagnia, vale a dire gli agenti, ed è ancora più paradossale se consideriamo il fatto che tale compagnia garantisce la polizza malattia di EBISEP, ente bilaterale a favore dei dipendenti di agenzia, con i quali è applicato il CCNL SNA, i cui titolari sono tanti agenti di assicurazione.

In ogni modo noi di ANAPA Rete ImpresAgenzia, almeno per il momento, ci sentiamo soddisfatti, per questa “prima” vittoria, dove ancora una volta abbiamo agito da soli, sollevando il polverone e combattendo contro questo sedicente agente, che seppure iscritto alla sezione A del RUI non è affatto un professionista, come il vero agente. Non quello ridicolizzato nello spot con tanto di giacca, cravatta e valigetta: un inutile parassita, una patetica macchietta, immagine ben lontana dalla figura dell’agente professionale che rappresentiamo e che il mercato ci riconosce e attribuisce.

Per questo motivo, ci impegneremo con tutte le nostre forze in questa nuova battaglia e seguiremo con attenzione l’inchiesta dell’Antitrust per fare in modo che lo spot sia rimosso al più presto.

Comunque, a prescindere dal risultato finale che si otterrà, vogliamo sottolineare che il nostro intento è e sarà sempre quello di difendere per quanto possibile e in nostro potere l’immagine e la serietà professionale della nostra categoria.

Buona lettura!

Vincenzo Cirasola
Presidente Nazionale