Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 27 September 2020

Scroll to top

Top

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 15 del 12/5/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 15 del 12/5/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia
NUOVE OPPORTUNITÀ DI SEMPLIFICAZIONE PER GLI AGENTI? ANIA PERMETTENDO…

Cari colleghi,

si è svolto lo scorso martedì 3 maggio a Bologna il secondo incontro di S.H.A.R.E (Software House Assicurative in Rete), un tavolo tecnico alla presenza non solo delle maggiori società fornitrici di software al settore assicurativo, ma anche delle associazioni di categoria degli agenti, dei brokers, di alcune compagnie e di ANIA. Anche la nostra associazione era presente, come ormai è scontato che sia, nei contesti dove si parla di temi che riguardano il mondo assicurativo.

Il progetto di S.H.A.R.E è sicuramente ambizioso: introdurre un sistema standardizzato di comunicazione tra intermediari e compagnie di assicurazioni.

Nell’era della digitalizzazione globale, avere un unico sistema di comunicazione tra piattaforme può avere indubbi vantaggi per tutti, con semplificazione dei processi amministrativi da un lato e certezza di una corretta comunicazione tra i vari operatori dall’altra, cercando di superare le barriere oggi presenti. A tal riguardo, basta pensare a cosa è accaduto con la dematerializzazione del contrassegno auto, che rende necessaria la certezza della comunicazione di copertura di un assicurato da parte dell’intermediario che incassa il premio della sua polizza.

L’associazione S.H.A.R.E, costituitasi poco più di un anno fa, si è dotata del sistema SSF (Share Standard Format), un tracciato che, grazie all’elevato grado di interconnessione, consente un flusso di comunicazione dei dati. Inizialmente questo progetto ha interessato broker e compagnie, ma il prossimo passo sarà quello di lavorare per permettere anche agli agenti di beneficiare di tale operatività.

Ma noi agenti siamo in grado di poter decidere in maniera autonoma a tal riguardo? Purtroppo no, oggi i sistemi informatici delle compagnie sono diversi l’uno dall’altro, diventa difficile farli comunicare già tra di loro figuriamoci se poi si vanno ad incrociare i dati che provengono da altri operatori!

Ed ANIA cosa ne pensa a riguardo? Beh, noi, come ANAPA, abbiamo avuto il coraggio pubblicamente di chiederlo e la risposta è stata, come spesso accade, molto evanescente. Se da un lato vi è infatti interesse a questo progetto, dall’altra dichiarano che ci sono anche altri tavoli aperti e annunciano novità in seno alla stessa ANIA, con la nascita di una nuova divisione servizi. Tutto molto bello ma quali saranno i risultati? E gli agenti sono stati coinvolti?

Il nostro atteggiamento è da sempre quello di ritenere che essere “open” porti più vantaggi che essere “closed”, pertanto continueremo ad essere presenti sui tavoli tecnici e politici che coinvolgono il nostro settore, con la speranza che anche gli attori di questo mondo dimostrino maggior intraprendenza e velocità a cavalcare il cambiamento.

Buona lettura!!!

Michele Poccianti
Segretario Generale