Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 23 September 2020

Scroll to top

Top

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 19 del 9/06/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Editoriale e rassegna stampa settimanale n. 19 del 9/06/2017 di ANAPA Rete ImpresAgenzia

CCNL, I CAMBIAMENTI NECESSARI

Cari colleghi,

da uno studio realizzato dal “Dipartimento di Scienze Sociali e politiche dell’Università di Milano” in collaborazione con la Federazione Autonoma Bancari Italiani, che ha preso a riferimento un campione di 60 dipendenti di Intesa Sanpaolo, è emerso che la banca sta attraversando una profonda “fase di cambiamento e di evoluzione nell’organizzazione del lavoro”. Da impiegato, impegnato prevalentemente nelle attività di cassa, a consulente che orienta le scelte di investimento della clientela.

I lavoratori interessati, pur manifestando una serie di comprensibili nuovi fattori di stress, si dichiarano tendenzialmente soddisfatti del cambiamento, pur pretendendo e ottenendo una formazione costante e accettando l’idea che il MONDO del lavoro è cambiato.

Tale cambiamento potrà mai interessare anche il mondo assicurativo e i suoi dipendenti, viene da chiedersi? 

I dipendenti, nel nostro settore, rivestono un ruolo fondamentale nella conduzione dei nostri appalti e senza di loro la distribuzione, intesa quella tradizionale attraverso il canale agenziale, non potrebbe aver luogo. 

Ma quale sarà la distribuzione del futuro?  Come impatteranno i “NUOVI PROCESSI DI VENDITA DIGITALI” sui profili amministrativi delle agenzie?

Forse anche i nostri dipendenti dovranno adeguarsi ed in parte mutare la loro genesi? Io penso proprio di sì, e collegato a questo pensiero, ho iniziato con tutta la squadra di ANAPA Rete ImpresAgenzia e con i tecnici di Confcommercio, la trattativa per il rinnovo del nostro CCNL scaduto il 31/12/2015, trattativa che è stata interrotta il 26 maggio, a causa dell’atteggiamento della delegazione sindacale trattante, che non è stata lungimirante nel comprendere la necessità di apportare le opportune modifiche a numerosi istituti del CCNL.

Alcune sigle (CISL e UIL) hanno compiuto numerosi sforzi in questa direzione a fronte di altre che hanno preferito invece arroccarsi con chiusure immotivate al cambiamento e all’ammodernamento di alcuni istituti, che rappresentano il futuro occupazionale per molti giovani, uno su tutti l’APPRENDISTATO.

Il nostro contratto da sempre, e a torto, è assimilato a quello dei dipendenti delle compagnie, che producono NOTEVOLI UTILI, mentre le agenzie chiudono e gli agenti diventano subagenti, ma non è più sostenibile, seppure sia da molti considerato uno tra i contratti più vantaggiosi del mercato. 

ANAPA si prese l’onere di “riattivare” il precedente CCNL, responsabilmente e unendo due contratti entrambi scaduti; su questa disponibilità qualcuno ha pensato ancora oggi di equivocare. Sbagliandosi.

Ad maiora
Federico Serrao
Membro di Giunta