Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 30 November 2020

Scroll to top

Top

Dumping contrattuale – CCNL ANAPA – Lettera prot. n. 13/Ass

Dumping contrattuale – CCNL ANAPA – Lettera prot. n. 13/Ass

Roma, 8 settembre 2020

(Prot. n. 13 – Ass/2020)

 

A tutti gli associati di ANAPA Rete ImpresAgenzia

Loro Sedi

 

Oggetto: dumping contrattuale – CCNL ANAPA

 

Gentile Agente,

ti informiamo che seppur il 30.06.2020 è scaduto il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ANAPA Rete ImpresAgenzia che riguarda i nostri dipendenti, al pari dell’80% del totale dei contratti del settore privato anch’essi scaduti, anche il nostro continua a produrre i suoi effetti a tempo indeterminato e sino a quando non interverrà un nuovo regolamento collettivo.

La precisazione, per quanto apparentemente superflua, è opportuna in quanto siamo venuti a conoscenza di un caso di dumping contrattuale, realizzato con la condivisione dell’altro sindacato di categoria da parte di un agenzia del Nord Italia, nei confronti di una dipendente precedentemente assunta a seguito di trapasso di agenzia e alla quale era applicato il CCNL ANAPA.

Per quanto si tratti di un “caso isolato”, tale episodio di dumping contrattuale costituisce un precedente pericoloso e come tale va evidenziato, anche nella misura in cui muove su un presupposto infondato.

La disciplina dei passaggi contrattuali è riscontrabile dal D. Lgs. 18/2001, il quale afferma che «il Cessionario è tenuto ad applicare i contratti economici e normativi previsti dai contratti collettivi nazionali, territoriali ed aziendali vigenti alla data del trasferimento fino alla scadenza, salvo che siano sostituiti da contratti collettivi applicabili all’Impresa del Cessionario. L’effetto di sostituzione si produce esclusivamente fra contratti del medesimo livello.»

Questo è il punto: il Contratto ANAPA, stipulato con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, e l’altro contratto del settore vigente, stipulato con Associazioni prive del requisito minimo di rappresentatività, non sono considerabili contratti del medesimo livello e a ciò non bastano gli adeguamenti economici dell’uno all’altro.

La recentissima Circolare dell’Istituto Nazionale del Lavoro datata 28.07.2020 che si ricollega ad uno storico di pronunciamenti prodotti da un anno a questa parte, invita nuovamente il personale ispettivo alla verifica oltre che della parte economica, anche del rispetto delle clausole normative vigenti nei contratti c.d. Leader quale il CCNL ANAPA è stato riconosciuto anche nelle Aule di Tribunale.

I principi di equivalenza che vanno misurati per stabilire la sussistenza o meno del fenomeno di dumping, quali ad esempio il periodo di prova e preavviso, la disciplina del lavoro straordinario, il funzionamento dei permessi retribuiti, portano alla conclusione che il datore che riconosce un trattamento complessivo inferiore a quello del Contratto Leader, incorre nel rischio reale e concreto della perdita dei benefici normativi e contributivi previsti.

Ti invitiamo, pertanto, a diffidare di qualunque proposta di passaggio dal CCNL ANAPA ad altro contratto dipendenti, anche con sottoscrizione dell’accettazione da parte del dipendente delle norme di allineamento al CCNL ANAPA e a contattare sia il vostro consulente sia la Segreteria della vostra associazione di categoria per una valutazione approfondita delle conseguenze che l’accettazione di tale proposta potrebbe generare.

Cordiali saluti.

La Segreteria

ANAPA Rete ImpresAgenzia