Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 21 April 2021

Scroll to top

Top

COMUNICATO STAMPA – NUOVA VITTORIA DI ANAPA RETE IMPRESAGENZIA CONTRO UN BIG DEL MERCATO

COMUNICATO STAMPA – NUOVA VITTORIA DI ANAPA RETE IMPRESAGENZIA CONTRO UN BIG DEL MERCATO

COMUNICATO STAMPA

NUOVA VITTORIA DI ANAPA RETE IMPRESAGENZIA CONTRO UN BIG DEL MERCATO

CIRASOLA: PREMIATA LA NOSTRA INTUIZIONE E TENACIA NELLA DIFESA DELLA CATEGORIA

 

Una nuova vittoria targata ANAPA Rete ImpresAgenzia. Dopo i recenti avvii di procedimento contro Facile.it, le segnalazioni di utilizzo non corretto del POS, la sanzione a Prima.it, è la volta di Telepass, un colosso del mercato unico a prestare tale tipologia di servizio.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha infatti comminato a Telepass S.p.A. e Telepass Broker S.p.A. una sanzione pari a 2 milioni di euro per una pratica commerciale ingannevole nell’attività di distribuzione di polizze assicurative Rc Auto tramite la propria App, a favore dei clienti titolari degli abbonamenti Telepass Family e Telepass Viacard.

Tale pratica era stata già segnalata da ANAPA Rete ImpresAgenzia due anni orsono, a conferma dell’intuizione dell’associazione presieduta da Vincenzo Cirasola e dei consulenti dello Studio Legale Iurilli e Grisafi che affiancano l’associazione e che avevano segnalato la mancanza di trasparenza sia circa il trasferimento dei dati dei clienti dalle Compagnie partner a Telepass, e il loro utilizzo a fini commerciali, sia nelle informazioni rese al consumatore in merito ai criteri di selezione delle polizze proposte.

E l’Autorità ha dato ragione ad ANAPA Rete ImpresAgenzia, contestando anche le obiezioni di Telepass sulla legittimità ad agire dell’Associazione, a conferma che ANAPA è portatrice di interessi per la collettività e che agisce anche nella tutela della clientela finale a cui guarda per salvaguardare la dignità di un settore importante del mercato e storico come quello assicurativo

Il provvedimento PS11710 (Clicca qui per leggere…) sottolinea che Telepass S.p.A. e Telepass Broker S.p.A hanno condiviso le informazioni sui propri utenti con compagnie e intermediari di assicurazione – con cui hanno concluso contratti di distribuzione di polizze – senza averli adeguatamente informati sulla raccolta e sul modo di utilizzo dei loro dati, anche a fini commerciali, condotta considerata gravosa, non solo da ANAPA Rete ImpresAgenzia, ma dalla stessa AGCM.

In particolare, l’informazione fornita in sede di presentazione del servizio si limitava a enfatizzare la semplicità, la velocità e la convenienza economica della procedura, ma non che i dati venivano utilizzati da Telepass per finalità commerciali diverse ed ulteriori rispetto a quelle per cui erano raccolti, ossia la fornitura del preventivo assicurativo.

Contrariamente a quanto sostenuto dalle società del Gruppo Telepass, la circostanza che in sede di presentazione del servizio il consumatore non viene informato sull’utilizzo commerciale dei propri dati non viene sanata dal fatto che nell’informativa Privacy, viene ricordata la finalità commerciale sottostante alla raccolta, poiché è stato appurato che le società adottano un processo di ‘patrimonializzazione’ dei dati assoggettati a sfruttamento economico, di cui l’utente finale non era a conoscenza.

Dopo l’avvio del procedimento contro Facile.it, le segnalazioni sull’utilizzo non corretto dei POS, la sanzione in passato a Prima.it, la nostra associazione si aggiudica una nuova vittoria contro un colosso del mercato come Telepass” dichiara Vincenzo Cirasola, presidente di ANAPA Rete ImpresAgenzia. “Tale vittoria, arrivata dopo due anni di attesa, conferma ulteriormente le capacità di intuizione e di attenzione che la nostra associazione ha nei confronti del mercato e come stiamo portando avanti la difesa della nostra categoria attraverso la tutela della clientela finale a cui guardiamo per salvaguardare un settore storico come quello assicurativo, senza essere intimiditi dai grandi nomi che ci troviamo a contrastare ma forti della convinzione di essere nel giusto e di portare avanti delle battaglie concrete per la giusta tutela della categoria e il regolare svolgimento del mercato.

 

Roma, 18 marzo 2021

 

Ufficio Stampa
ANAPA Rete ImpresAgenzia