Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 18 August 2018

Scroll to top

Top

Comunicato stampa: l’Ania accetta l’invito di ANAPA alla riapertura del tavolo di confronto fra imprese e agenti.

L’ANIA accetta l’invito di ANAPA ad avviare il tavolo di confronto fra imprese e agenti.

Roma, 20 maggio 2013 – Nuovo successo di ANAPA e della categoria degli agenti di assicurazione. Il presidente della nuova associazione Vincenzo Cirasola, ha ricevuto da parte del presidente di Ania, Aldo Minucci, una risposta affermativa e solerte alla richiesta di un incontro che lo stesso Cirasola aveva inoltrato ad ANIA. Nella Sua lettera (in allegato le due missive) il Presidente dell’Ania, Aldo Minucci, si è reso disponibile a sottoporre anche alle altre organizzazioni rappresentative degli agenti (SNA e UNAPASS) “la possibilità di riprendere un confronto sulle principali tematiche dell’intermediazione assicurativa, alla luce delle trasformazioni in atto”.

Successivamente al prossimo Comitato Esecutivo dell’ANIA, convocato per il 21 maggio, il presidente dell’ANIA sottoporrà “alle organizzazione degli agenti che risultassero realmente interessate a confrontarsi con l’ANIA in modo costruttivo, le possibili date per il primo incontro esplorativo”.

Con questo nuovo atto ANAPA conferma di essere l’artefice della ripresa del dialogo, ormai sospeso da oltre 6 anni, fra la rappresentanza delle imprese e quelle degli agenti di assicurazione.

“Non pretendiamo un grazie da parte di SNA e UNAPASS, perché per noi è stato un atto dovuto alla intera categoria. E’ giunta l’ora, però, di mettere da parte inutili individualismi, sterili invidie o logiche conflittuali. Il momento assume una portata storica e ognuno, nel rispetto dei reciproci ruoli, deve assumersi le proprie responsabilità – ha chiosato Vincenzo Cirasola. “Siamo nel pieno di una crisi strutturale, di sistema, e potremo uscirne soltanto condividendo valori e obiettivi. L’attività di agente di assicurazione si sta continuamente trasformando, sotto l’impulso del mercato e del legislatore, e abbiamo un’impellente necessità di rivedere l’impianto normativo collettivo per adeguarlo ai tempi e alle nuove dinamiche che si stanno affermando nel mercato assicurativo”.