Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 18 June 2021

Scroll to top

Top

CETIF-ANIA-ANAPA: DA MARZO UN NUOVO MASTER

CETIF-ANIA-ANAPA: DA MARZO UN NUOVO MASTER

Cetif Academy – Università Cattolica del Sacro Cuore presenta il master di secondo livello in Gestione Assicurativa: innovazione, sostenibilità e scenari internazionali, che partirà il prossimo marzo e avrà durata annuale.

Il corso, realizzato in collaborazione con Ania Academy e Anapa, sarà erogato in modalità blended (in parte on line e in parte in aula – Covid permettendo) e si occuperà di innovazione digitale, nuove tecnologie e analisi dei dati applicati al mondo della polizza (anche mediante un Insurtech & Ai Lab); spazio anche per moduli dedicati a etica, sostenibilità delle assicurazioni (di business, sociale, tecnologica, ambientale e via dicendo) e quadro giuridico.

I contenuti saranno sviluppati in una prospettiva internazionale (globalizzazione dei mercati, ecosistemi interconnessi, quadro legale dell’innovazione, profili geopolitici e sociologici e via dicendo): sarà anche dedicato uno spazio all’inglese assicurativo e alle strategie di comunicazione nel contesto globale.

Verranno anche attivati stage o project work presso aziende associate all’Ania o parte della rete Cetif; previste anche attività dedicate a carriera e networking.

Il master sarà tenuto da professori dell’Università Cattolica, dirigenti e manager di assicurazioni, banche e altre aziende, professionisti dell’Ania e Vincenzo Cirasola, agente assicurativo e presidente di Anapa e del Gagi.

“Le compagnie sono tradizionalmente contraddistinte dal ruolo sociale verso l’individuo, la collettività, il mercato e il sistema paese”, dichiara Chiara Frigerio, direttore del master, docente di Organizzazione aziendale all’Università Cattolica e segretario generale di Cetif. “Per gestire il presente e costruire il futuro, oggi più che mai, l’industria assicurativa è impegnata a cogliere le molteplici opportunità di sviluppo, facendo leva sull’innovazione. Se da una parte le compagnie sono chiamate a rinnovare la propria strategia e i modelli di business e di servizio, dall’altra sono consapevoli che devono investire nell’acquisizione di nuove competenze professionali e tecnologiche. E’ dunque prioritaria la formazione di nuove figure professionali, che coniughino skill tecniche e competenze digitali, capaci di operare in contesti internazionali e attente alla sostenibilità”.

“E’ giusto che i giovani conoscano le possibilità che questa professione può offrire loro, superando i vecchi stereotipi e le narrazioni distorte che, purtroppo ci trasciniamo in alcuni casi ancora dietro e che dipingono questo lavoro come un ripiego o come un mero impiego da venditori porta a porta”, ha affermato Cirasola. “Si tratta invece di una professione che necessita di grande preparazione, competenza e volontà di emergere, ma anche di una adeguata formazione universitaria: tanto che – fattore molto importante – la frequentazione delle lezioni darà diritto a ottenere crediti formativi, segno dell’importanza e della delicatezza della materia che andrò a insegnare”.

Il programma è disponibile su questa pagina.

Per candidature; master.insurance@unicatt.it (non oltre il 22 febbraio)

Clicca qui per scaricare e leggere l’articolo…