Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

ANAPA | 21 September 2020

Scroll to top

Top

Accordo Impresa Agenti, riprende la trattativa per il rinnovo?

Trattativa - Contratto Imc

Il Mise risponde all’iniziativa parlamentare di ANAPA Rete ImpresAgenzia. I temi sollevati afferiscono all’Antitrust. Nessuna competenza IVASS, ma il tavolo con AnNIA, già aperto nel 2013, è stato interrotto dall’ indagine Antitrust promossa dallo SNA. Ancora in corso gli approfondimenti

Dopo l’interrogazione parlamentare depositata in Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati lo scorso 23 marzo dalle Onorevoli Nunzia De Girolamo e Catia Polidori, con le quali ANAPA Rete ImpresAgenzia “si era adoperata in merito al mancato rinnovo dell’Accordo ANA scaduto nel 2006 e con l’intenzione di sollecitare l’ANIA a riprendere la trattativa con le rappresentanze degli Agenti”, il ministero dello Sviluppo Economico (Mise) ha risposto il 29 marzo all’Interrogazione richiesta. Nessuna competenza in materia da parte di IVASS, Autorità di Vigilanza di Settore, e soprattutto “la maggior parte dei temi sollevati, sebbene afferenti alle dinamiche del settore assicurativo, sono da ricondursi prevalentemente a rapporti di natura civilistica – sostiene il Mise – suscettibili, eventualmente, di produrre effetti sul tenore concorrenziale dei mercati. Tali temi coinvolgono più direttamente i profili di competenza dell’Antitrust, in luogo di quelli attribuiti per legge all’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni”.

E ANIA? “L’ANIA – prosegue il Mise “aveva manifestato disponibilità a confrontarsi con le Associazioni di categoria sul tema dell’Accordo Nazionale Agenti, come testimonia l’apertura di un tavolo di trattativa nel 2013”, ma il confronto con le organizzazioni degli Agenti “fu interrotto per cause imputabili ad un successivo esposto presentato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato da parte di una delle Associazioni agenziali firmatarie dell’Accordo 2003. (SNA, ndr)”.

“Alla luce di quanto brevemente riportato – aggiunge il Mise – l’ANIA ha comunicato di essere tutt’ora impegnata nei doverosi approfondimenti giuridici finalizzati a verificare la legittimità ad aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni degli agenti circa il rinnovo dell’Accordo collettivo. All’esito di tali approfondimenti, l’Associazione sarà in grado di esprimere le proprie valutazioni”.

Il Mise, infine, ritiene “opportuno evidenziare che il continuo e proficuo intervento delle Autorità preposte alla vigilanza sul settore conferma l’alto livello di attenzione che le stesse garantiscono alle problematiche segnalate, nonché – considerando il più ampio settore assicurativo – la rilevanza attribuita alla regolamentazione del settore medesimo, al fine di adeguare la normativa concorrenziale ai nuovi e più efficienti assetti richiesti dall’economia del Paese”.

Intermedia Channel